Meteo di Tonino


Alpi occidentali - Parzialmente nuvoloso Alpi orientali - Poco nuvoloso Prealpi occidentali - Parzialmente nuvoloso Prealpi orientali - Poco nuvoloso Pianura occidentale - Parzialmente nuvoloso Udinese - Poco nuvoloso Costa occidentale - Poco nuvoloso Costa orientale - Poco nuvoloso Carso - Parzialmente nuvoloso Isontino - Poco nuvoloso Pianura sud-est - Parzialmente nuvoloso
TEMP. PIANURA
MIN (°C):
tra -3 e 0
MAX (°C):
tra +9 e +12
TEMP. COSTA
MIN (°C):
tra +3 e +6
MAX (°C):
tra +9 e +12
Previsione del 24-01-2020, fascia 00h - 12h
Ultimo aggiornamento del 24/01/2020 ore 08:30


Primavera

Aggiornamento di venerdì 24 gennaio delle ore 08:30
 

Situazione e previsione generale + tendenza a linee generali del tempo per la prossima settimana

 



 

L'alta pressione continua ad assicurare un tempo stabile e soleggiato con temperature minime in linea con le medie del periodo, con estese brinate e gelate e massime che, invece, sono praticamente tutti i giorni almeno 3/4C superiori ai valori tipici del periodo con alcune giornate che, nelle ore centrali, hanno il tipico tepore marzolino.

Una stagione invernale che continua a essere sempre più deludente sia in pianura che in montagna e adesso ci avviamo verso una fase invernale ancora più mite con apice del clima mite presumibilmente tra fine mese e soprattutto i primi giorni di febbraio a causa della discesa del flusso umido oceanico con meno cielo sereno, più nubi, maggior umidità e occasione per qualche debole pioggia o pioviggine in alcune giornate con qualche nevicata in montagna ma non certo a quote basse per il periodo.

Successivamente tra la fine di gennaio e i primi di febbraio, quindi dal week end della prossima settimana fin verso i primi del prossimo mese tornerà l'alta pressione con un flusso di correnti molto miti dal mediterraneo ad assicurarci l'ennesima fase mite di questo non inverno.

Ma andiamo con ordine; il fine settimana vedrà un venerdì dal tempo ancora stabile, con tendenza ad aumento della nuvolosità a partire da ovest. specie verso fine giornata.

Sabato 25 il transito di un modestissimo fronte porterà della nuvolosità e qualche lievissima precipitazione, generalmente debole o a carattere di pioviggine con qualche fioccata in montagna comunque a quote mediamente elevate sopra i 1300/1400m circa e solo localmente a quote inferiori ma pochissimo e su molte zone non farà nulla.

Domenica continueremo ad avere un mix tra nuvolosità e umidità con temperature (già da sabato) in ulteriore aumento specie nei valori minimi; la prossima settimana poche novità con l'arrivo di ulteriori correnti decisamente umide e a tratti instabili con qualche locale pioggia tra martedì 28 e mercoledì 29, umidità molto elevata e qualche fioccata o nevicata in montagna a quote decenti ma non certo ottimali per il periodo e generalmente sopra i 1000m circa salvo qualche sconfinamento a quote inferiori con temperature che continueranno a mantenersi su valori medi molto più alti del normale specie a causa delle minime molto elevate.

Cambia dunque tutto solo nel senso che con un flusso più umido, maggior nuvolosità avremo, come detto, un aumento anche marcato delle minime notturne e un aumento dell'umidità con foschie o nebbie più estese e localmente persistenti, ma continueremo a viaggiare su valori al di sopra della media, alcune giornate anche di moltissimi gradi con il colpo di grazia se vogliamo, tra fine mese e inizio febbraio quando mi attendo un ulteriore aumento dei valori e nuovamente temperature tipicamente primaverili su molte zone.

 



   

    

Previsioni dettagliate per il FVG

 

 


 

Venerdì 24 gennaio: cielo da poco nuvoloso a parzialmente nuvoloso per annuvolamenti per nubi alte e stratificate che diverranno più consistenti, a partire da ovest, specie tra tardo pomeriggio e sera.

Le temperature saranno generalmente stazionarie o in lieve calo nei valori massimi.

 

 


 

Sabato 25: nuvolosità irregolare a tratti più intensa con qualche locale debole pioggia/pioviggine e qualche fioccata sporadica generalmente oltre i 1300/1400m circa, con fenomeni che comunque interesseranno la regione a macchia di leopardo con molte aree che vedranno poco o nulla.

Le temperature minime saranno in aumento su valori intorno allo zero o superiori, le massime stazionarie con valori ancora superiori a quelli tipici del periodo, localmente anche superiori ai 10/11C.

 

 


 

Domenica 26: alternanza di schiarite e  annuvolamenti anche consistenti con umidità relativa in aumento e foschie o locali banchi di nebbia nelle ore più fredde, in particolare su alcune aree della pianura verso sera/notte.

Le temperature saranno ben al di sopra delle medie del periodo, stavolta anche nei valori minimi notturni a causa della nuvolosità.





Tendenza a linee generali del tempo per lunedì 27 e martedì 28: la prossima settimana, come spiegato bene sopra nella "situazione e previsione generale" che invito tutti a leggere, vedrà l'arrivo di correnti molto umide con un cielo tra parzialmente nuvoloso e nuvoloso, foschie dense e locali banchi di nebbia, sporadiche schiarite e qualche pioviggine o locale pioggia, più probabile nella giornata di martedì 28, quando potremo avere anche delle locali nevicate sopra i 1000/1200m circa e localmente a quote un po' inferiori.

Le temperature medie saranno molto più alte dei valori tipici del periodo, specie a causa delle minime notturne ovunque superiori allo zero su pianura e costa con valori anche localmente superiori ai +4/5C e massime spesso superiori ai 10/11C.

 


  

    

PS: Voglio ribadire l'importanza della lettura del testo previsionale (anche e soprattutto quella della "situazione e previsione generale", laddove spiego le varie dinamiche) e il fatto che le indicazioni grafiche siano semplicemente un ausilio che non fa alcun testo nella previsione, vista la loro genericità e il loro valore puramente indicativo, ergo anche dove vedete spesso i simboli della pioggia o del temporale questo non vuol dire che pioverà sempre ma la spiegazione dell'evoluzione meteorologica è assolutamente da ritrovare nel testo delle mie previsioni!



 






Leggi tutti i commenti

 
Pagina 7 di 15
  1. Tonino 29/11/2019 07:42
    Ciao Steve, a oggi direi di no, nel senso che, a tratti, specie nella fase iniziale e forse finale, potrebbe fare qualche fiocco, ma il richiamo mite nella fascia medio bassa della colonna d'aria porterà comunque a un deciso innalzamento della quota neve. Leggi pure il mio pensiero sul blog, ovviamente siamol ancora a diversi giorni e non è detto che vada al dettaglio esattamente così, però in linea di massima non dovremmo andarci lontani.
  2. Steve 28/11/2019 10:59
    Ciao Tonino. Domenica sera, ad oggi, si può parlare di accumulo nevoso, possibile anche sul tarvisiano?
  3. Tonino 20/11/2019 08:11
    Parlato di accumuli localmente ingenti su tutta la regione, mai escludo accumuli ingenti su pianura e parte della costa, nonostante fosse più probabile averli sulla fascia prealpina in genere, e, comunque nell'area delle Giulie, sono caduti circa 120/130mm, quindi comunque una delle aree in cui è piovuto di più. I modelli matematici parlavano di grossi accumuli solo sull'area carnica, ma non fidandomi, in base alle correnti e possibili convergenze ho parlato in maniera comunque più generica di accumuli localmente ingenti specie e non solo su alcune aree. ;-)
  4. DanielGag 20/11/2019 07:16
    Awesome site, how do you find all this info?I've read through a couple of articles on your site and I really enjoy your writing style. Thanks a million, keep up the great work. helponessays911.blogspot.com writingpaperkindergarten538.blogspot.com moneycannotbuyhappinessessay174.blogspot.com howtowriteanscholarshipessay125.blogspot.com introductiontoessaywriting914.blogspot.com
  5. Andry 19/11/2019 17:42
    Ciao. Ha piovuto nettamente di più su centro est Friuli rispetto ad ovest Friuli e carniche come era previsto. Dalla costa alla pedemontana centro orientale piogge intense, mentre sulle zone centro occidentali della regione ha piovuto poco o comunque non come ad est. E dal radar si evince che continua a piovere sulle stesse aree.
  6. Tonino 17/11/2019 13:08
    Da sempre purtroppo questo tipo di dinamiche vedono copiose nevicate sull'arco alpino centro occidentale fino a quote medio/basse e invece da noi una qn che si spinge a quote stellari nelle fasi in cui lo scirocco spira più sostenuto e ben poco c'entra il periodo dell'anno o le temperature dei giorni precedenti visto che, nel passato, anche recente abbiamo avuto terrificanti sciroccate anche in pieno inverno con quota neve ben oltre i 2000m persino pochi giorni dopo nevicate copiose persino in pianura come nel dicembre 2019 quando in 48 ore siam passati in pianura da minime di -15/-20C e massime sotto lo zero a giornate con estremi +13C/+18C e acqua a manetta fino in cima.
  7. GB 17/11/2019 11:04
    Infatti, al momento (ore 12) si segna un +0.4 °C a 2300mt sul Canin (praticamente Settembre). Incredibile la differenza con le Alpi Occidentali dove e´nevicato parecchio fin sui 1200mt. In queste situazioni di basse pressioni a ovest e blocchi a Est il Friuli è davvero nel fiume di aria calda. Speriamo che le code delle varie perturbazioni possano portare neve fino a valle...è quasi un paradosso che con tutta questa manna precipitativa si debba poi ricorrere lo stesso ai dispendiosi cannoni sparaneve.
  8. Tonino 16/11/2019 18:34
    Sisi senz'altro pioverà diverse ore ai 1850 m circa sul Canin, il richiamo mite è davvero impressionante.
  9. Steve 16/11/2019 11:16
    Nella zona del Gilberti pensavo fosse solo neve. Invece da quello che dici potrebbe piovere per molte ore anche lassù.
  10. Tonino 12/11/2019 16:59
    Comincia a nevicare a Fusine e Tarvisio proprio come da previsione, adesso, senza richiami miti vediamo quanto ne butta entro domani mattina/pomeriggio, in attesa ovviamente però dei peggioramenti successivi che per lunghe fasi vedranno anche richiami molto miti con quota neve altina ;-)


Pagina 7 di 15

Scrivi cosa ne pensi





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Accetto