Meteo di Tonino


Alpi occidentali - Parzialmente nuvoloso Alpi orientali - Poco nuvoloso Prealpi occidentali - Parzialmente nuvoloso Prealpi orientali - Poco nuvoloso Pianura occidentale - Parzialmente nuvoloso Udinese - Poco nuvoloso Costa occidentale - Poco nuvoloso Costa orientale - Poco nuvoloso Carso - Parzialmente nuvoloso Isontino - Poco nuvoloso Pianura sud-est - Parzialmente nuvoloso
TEMP. PIANURA
MIN (°C):
tra -3 e 0
MAX (°C):
tra +9 e +12
TEMP. COSTA
MIN (°C):
tra +3 e +6
MAX (°C):
tra +9 e +12
Previsione del 24-01-2020, fascia 00h - 12h
Ultimo aggiornamento del 24/01/2020 ore 08:30


Primavera

Aggiornamento di venerdì 24 gennaio delle ore 08:30
 

Situazione e previsione generale + tendenza a linee generali del tempo per la prossima settimana

 



 

L'alta pressione continua ad assicurare un tempo stabile e soleggiato con temperature minime in linea con le medie del periodo, con estese brinate e gelate e massime che, invece, sono praticamente tutti i giorni almeno 3/4C superiori ai valori tipici del periodo con alcune giornate che, nelle ore centrali, hanno il tipico tepore marzolino.

Una stagione invernale che continua a essere sempre più deludente sia in pianura che in montagna e adesso ci avviamo verso una fase invernale ancora più mite con apice del clima mite presumibilmente tra fine mese e soprattutto i primi giorni di febbraio a causa della discesa del flusso umido oceanico con meno cielo sereno, più nubi, maggior umidità e occasione per qualche debole pioggia o pioviggine in alcune giornate con qualche nevicata in montagna ma non certo a quote basse per il periodo.

Successivamente tra la fine di gennaio e i primi di febbraio, quindi dal week end della prossima settimana fin verso i primi del prossimo mese tornerà l'alta pressione con un flusso di correnti molto miti dal mediterraneo ad assicurarci l'ennesima fase mite di questo non inverno.

Ma andiamo con ordine; il fine settimana vedrà un venerdì dal tempo ancora stabile, con tendenza ad aumento della nuvolosità a partire da ovest. specie verso fine giornata.

Sabato 25 il transito di un modestissimo fronte porterà della nuvolosità e qualche lievissima precipitazione, generalmente debole o a carattere di pioviggine con qualche fioccata in montagna comunque a quote mediamente elevate sopra i 1300/1400m circa e solo localmente a quote inferiori ma pochissimo e su molte zone non farà nulla.

Domenica continueremo ad avere un mix tra nuvolosità e umidità con temperature (già da sabato) in ulteriore aumento specie nei valori minimi; la prossima settimana poche novità con l'arrivo di ulteriori correnti decisamente umide e a tratti instabili con qualche locale pioggia tra martedì 28 e mercoledì 29, umidità molto elevata e qualche fioccata o nevicata in montagna a quote decenti ma non certo ottimali per il periodo e generalmente sopra i 1000m circa salvo qualche sconfinamento a quote inferiori con temperature che continueranno a mantenersi su valori medi molto più alti del normale specie a causa delle minime molto elevate.

Cambia dunque tutto solo nel senso che con un flusso più umido, maggior nuvolosità avremo, come detto, un aumento anche marcato delle minime notturne e un aumento dell'umidità con foschie o nebbie più estese e localmente persistenti, ma continueremo a viaggiare su valori al di sopra della media, alcune giornate anche di moltissimi gradi con il colpo di grazia se vogliamo, tra fine mese e inizio febbraio quando mi attendo un ulteriore aumento dei valori e nuovamente temperature tipicamente primaverili su molte zone.

 



   

    

Previsioni dettagliate per il FVG

 

 


 

Venerdì 24 gennaio: cielo da poco nuvoloso a parzialmente nuvoloso per annuvolamenti per nubi alte e stratificate che diverranno più consistenti, a partire da ovest, specie tra tardo pomeriggio e sera.

Le temperature saranno generalmente stazionarie o in lieve calo nei valori massimi.

 

 


 

Sabato 25: nuvolosità irregolare a tratti più intensa con qualche locale debole pioggia/pioviggine e qualche fioccata sporadica generalmente oltre i 1300/1400m circa, con fenomeni che comunque interesseranno la regione a macchia di leopardo con molte aree che vedranno poco o nulla.

Le temperature minime saranno in aumento su valori intorno allo zero o superiori, le massime stazionarie con valori ancora superiori a quelli tipici del periodo, localmente anche superiori ai 10/11C.

 

 


 

Domenica 26: alternanza di schiarite e  annuvolamenti anche consistenti con umidità relativa in aumento e foschie o locali banchi di nebbia nelle ore più fredde, in particolare su alcune aree della pianura verso sera/notte.

Le temperature saranno ben al di sopra delle medie del periodo, stavolta anche nei valori minimi notturni a causa della nuvolosità.





Tendenza a linee generali del tempo per lunedì 27 e martedì 28: la prossima settimana, come spiegato bene sopra nella "situazione e previsione generale" che invito tutti a leggere, vedrà l'arrivo di correnti molto umide con un cielo tra parzialmente nuvoloso e nuvoloso, foschie dense e locali banchi di nebbia, sporadiche schiarite e qualche pioviggine o locale pioggia, più probabile nella giornata di martedì 28, quando potremo avere anche delle locali nevicate sopra i 1000/1200m circa e localmente a quote un po' inferiori.

Le temperature medie saranno molto più alte dei valori tipici del periodo, specie a causa delle minime notturne ovunque superiori allo zero su pianura e costa con valori anche localmente superiori ai +4/5C e massime spesso superiori ai 10/11C.

 


  

    

PS: Voglio ribadire l'importanza della lettura del testo previsionale (anche e soprattutto quella della "situazione e previsione generale", laddove spiego le varie dinamiche) e il fatto che le indicazioni grafiche siano semplicemente un ausilio che non fa alcun testo nella previsione, vista la loro genericità e il loro valore puramente indicativo, ergo anche dove vedete spesso i simboli della pioggia o del temporale questo non vuol dire che pioverà sempre ma la spiegazione dell'evoluzione meteorologica è assolutamente da ritrovare nel testo delle mie previsioni!



 






Leggi tutti i commenti

 
Pagina 13 di 15
  1. Lozzi 07/08/2019 10:04
    Caro Tonino, nel continuare a ringraziarti per l’ottimo servizio e per la qualità delle previsioni (veramente alta), fornisco un mio punto di vista su quest’ultimo argomento. Mi baso sui dati di Osmer riferiti a Udine Sant’Osvaldo, medie mensili delle temperature medie. La prima cosa che emerge è che la deviazione standard per mese relativa ai primi sette mesi dell’anno (a partire dai primissimi anni ’90) è compresa tra 1,4 e 1,6 gradi. Possiamo quindi sostenere che una variazione rispetto alla media entro 1,5 gradi, più o meno, è “normale”, nel senso che non ci troviamo in presenza di un’anomalia. Se questo è vero, il 2019 ha finora visto due anomalie su base mensile: Maggio che è stato più freddo di 3 gradi rispetto alla media e Giugno che è stato più caldo di 3,5 gradi rispetto alla media. Tutti gli altri mesi hanno avuto scostamenti dalle rispettive medie che stanno dentro la deviazione standard. In definitiva, finora i primi sette mesi del 2019 hanno presentato nel loro complesso uno scostamento dalla media di +0,5 gradi, che in una distribuzione che presenta una deviazione standard di 1,5 gradi, si può considerare praticamente in media. Dire quindi che il bimestre giugno-luglio chiuderà come il secondo più caldo senza aggiungere che il precedente aprile-maggio ha chiuso come il terzo più freddo, potrebbe portare a interpretazioni sbagliate. Secondo me.
  2. Tonino 29/07/2019 04:28
    Mi dispiace per tutti i siti e meteoman improvvisati o meno, che invece avevano enfatizzato parlando anche di accumuli fino a 60/80mm in maniera diffusa, cosa che in questa sede mai mi son permesso di fare in questa occasione, e, forse a loro dovrebbe andare il tuo pensiero, qui ho sempre sottolineato tra l'altro, quanto tremendo sia stato per la nostra pianura in particolare questo bimestre giugno luglio che chiuderà come secondo più caldo di sempre e, al 99% come il più secco, specie nell'udinese.
  3. Tonino 29/07/2019 04:26
    Caro Steve, il fatto che solo alcune aree (si fa per dire) del pordenonese, gradese e alcune del triestino abbiano avuto temporali molto intensi con violente raffiche di vento e danni anche per allagamenti, è una fortuna. La previsione, con tanto di spiegazioni mi pare centrata senza dubbio, visto che poi, l'attenuazione dei fenomeni è giunta con perfetto timing nel pomeriggio di domenica mentre altri previsori la davano dalla serata. Oltretutto avevo parlato di fasi con maggior rischio di precipitazioni ma non di un intero fine settimana compromesso h24, poi ognuno può far le considerazioni che vuole.
  4. Steve 28/07/2019 22:00
    Buonasera Tonino. C'è da dire che le previsioni per questo fine settimana non sono state poi così azzeccate. Nel senso che si, un po' di pioggia e qualche temporale intenso ci sono stati, però se dobbiamo guardare il tutto in maniera un po' più generalizzata, parlando in modo particolare del fronte passato in regione tra sabato notte e domenica mattina, non ha portato piogge molto intense, anzi. Il peggio sembra essersi scaricato in Slovenia e sulla Croazia. Ciao!
  5. Tonino 26/07/2019 14:59
    Grazie Stefo, diffiicile rispondere alla tua domanda; dico soltanto che non è che pioverà 24h su 24 quindi magari lo spazio per una camminata ci sarebbe, ma meglio evitare comunque visto che i temporali saranno molto forti, quindi ha ben poco senso, a mio avviso, rischiare.
  6. Stefo 26/07/2019 08:22
    Mr. T, per cominciare sempre sentiti ringraziamenti per l'ottimo servizio. Domanda: sabato 26 si riesce a fare una camminata in zona Valbruna/Fusine senza prendere un fortunale? Ad maiora!
  7. Tonino 25/07/2019 13:02
    Ci sono molte considerazioni da fare riguardo al calo termico che comuqnue sarà relativo e di breve durata, quello vero non prima della fine di sabato e poi domenica; ha senso confrontare delle temperature con condizioni diverse? La risposta è no, il calo termico non si confronta con i valori eccezionali di oggi, sui 35/36C con quelli che si avranno magari dopo un temporale domenica, quando è ovvio, che, in quaklsiasi condizione, si avrebbero temperature sui 20C o anche inferiori, ma si confrontano nei VALORI MEDI GIORNALIERI, cioè considerando anche le temperature minime, oggi sui 20/21C ad esempio + le massime e dividendo per 2, quello ha più senso, quindi parlare di un calo termico di 15C solo considerando un singolo parametro è quantomeno fuorviante. Una giornata temporalesca estiva ha temperature medie comunque tipicamente estive nonostante il calo termico e appunto facendo le minime + le massime e dividendo per due, quindi domenica avremo comunque temperature medie intorno a 20/21C o superiori fino a 22/23C, mentre in queste caldissime giornate siamo sui 28/29C, ergo il calo reale, effettivo delle temp medie sarà intorno ai 5/6C, localmente 7/8C Questo se si vuole fare corretta informazione e non i soliti articoli da strapazzo che parlano di autunno per una giornata temporalesca con temperature medie più vicine alla norma. Ripeto, non contano solo le massime! Riguardo al tempo per sabato penso di essere stato chiaro e poi nessuno può individuare e dire all'ora esatta su una determinata zona se ci saranno a quell'ora temporali, visto che, sp4esso, sono fneomeni intensi ma localizzati e con enormi variazioni anche in aree limitrofe, mentre tra la sera di sabato e domenica avremo fenomeni più diffusi...
  8. Meri 25/07/2019 07:48
    Ciao Tonino. Per sabato 27 alle 18.00 abbiamo organizzato una camminata a Majano che terminerà verso le 20.00. Vedo però che le previsioni sono poco rassicuranti... Mi sai dire quali sono le previsioni per la zona? Meglio rinunciare all'evento? Grazie
  9. Aurora 24/07/2019 15:07
    Grazie Toni. Cercheremo di stare in zona costa...... ho letto anche forte calo delle temperature anche 15º....speriamo di no così tanto
  10. Tonino 24/07/2019 06:46
    Ciao Aurora, sul blog ne parlo almeno da una settimana, del fatto che, nel fine settimana, potranno arrivare dei temporali, anche forti, specie tra la seconda parte di sabato, la sera e domenica. Leggi pure, ancora nell'aggiornamento odierno cosa mi attendo, sottolineando poi, che comunque i temporali non è che interesseranno 24 ore su 24 tutta la regione, ma saranno prima più localizzati, solo su alcune aree, poi più diffusi con rischio anche per la costa e ovviamente anche violenti a causa del troppo caldo che sta facendo.


Pagina 13 di 15

Scrivi cosa ne pensi





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Accetto