Meteo di Tonino


Alpi occidentali - Pioggia forte (> 30 mm.) Alpi orientali - Pioggia forte (> 30 mm.) Prealpi occidentali - Pioggia forte (> 30 mm.) Prealpi orientali - Pioggia forte (> 30 mm.) Pianura occidentale - Pioggia forte (> 30 mm.) Udinese - Pioggia forte (> 30 mm.) Costa occidentale - Pioggia moderata Costa orientale - Pioggia moderata Carso - Vento forte Isontino - Temporale Pianura sud-est - Temporale
TEMP. PIANURA
MIN (°C):
tra +12 e +15
MAX (°C):
tra +18 e +21
TEMP. COSTA
MIN (°C):
tra +15 e +18
MAX (°C):
tra +21 e +24
Previsione del 25-09-2020, fascia 00h - 12h
Ultimo aggiornamento del 23/09/2020 ore 08:29


Aggiornamento di mercoledì 23 settembre delle ore 08:30


Situazione e previsione generale 



La situazione ci vede ancora interessati da un flusso di correnti umide e instabili provenienti dai quadranti meridionali con alternanza tra fasiasciutte e altre con piogge e qualche temporale.

Tra giovedì 24 e venerdì 25 settembre saremo interessati dalle correnti umide via via più decise da sud sud ovest inviate dall'affondo di una saccatura nord atlantica seguita da aria fredda di estrazione polare marittima con un nuovo peggioramento del tempo anche consistente con piogge e temporali e una quota neve inizialmente molto elevata con calo della quota neve repentino nel corso della sera/notte di venerdì quando la neve scenderà fin verso i 1500/1800m circa e poi in tarda serata/Notte perfino fin verso i 1000/1200m e localmente fino a quote inferiori proprio per l'arrivo dei venti freddi da nord con aria più fredda a tutte le quote.

A 1400/1500m circa passeremo dai +10/11C ai +0/+1C nel corso della sera/notte!

La giornata di sabato vedrà un rapido miglioramento del tempo, quantomeno in termini di attenuazione dei fenomeni, salvo qualche residuo fenomeno in mattinata con temperature che si manterranno anche per domenica su valori piuttosto bassi per il periodo.

Rimarremo preda di correnti fresche da nord/nord ovest quindi rimarrà una certa nuvolosità anche se con pochi fenomeni, nonostante qualche minimo depressionario, anchew se piuttosto basso potrebbe portare qualche locale e isolato fenomeno tra la costa e parte della pianura e in qualche caso su qualche località della montagna ma ad oggi risulta piuttosto difficile individuarli e prevederli.





Previsioni dettagliate per il FVG 



 


Mercoledì 23: cielo nuvoloso o molto nuvoloso,atmosfera molto umida con locali foschie a tratti dense, salvo lievi schiarite temporanee con piogge intermittenti moderate o abbondanti e locali temporali.
Non escludo anche locali nubifragi su alcune aree pianeggianti e stau sulla fascia prealpina con accumuli anche molto ingenti.
Le temperature massime saranno generalmente comprese tra 20C e i 23C con poca escursione termica rispetto alle minime che dunque saranno decisamente elevate per il periodo specie sulla costa; nelle aree in cui ci saranno più pause anche con qualche schiarita si potranno raggiungere valore un po' più alti rispetto a tale range.
Soffieranno venti da sud sulla costa e parte della bassa pianura moderati, localmente sostenuti con qualche mareggiata possibile, mentre in pianura saranno più deboli e dai quadranti orientali.





Giovedì 24: cielo da parzialmente nuvoloso a nuvoloso con piogge intermittenti, più abbondanti e localmente intense tra tardo pomeriggio e la sera/notte.
Ci saranno anche delle fasi con locali schiarite su molte zone, in particolare in mattinata, mentre le probabilità di piogge e temporali aumenteranno tra pomeriggio e soprattutto la sera.
Le temperature rimarranno stazionarie ancora su valori medi superiori alla media del periodo.
Soffieranno specie verso sera/notte venti da sud sostenuti, localmente forti sulla costa.





Venerdì 25: tempo instabile/perturbato con cielo molto nuvoloso o coperto con piogge abbondanti e localmente intense specie tra udinese e isontino.
Non escludo anche temporali molto forti con dei nubifragi e sull'area prealpina, specie sulle Giulie ingentissimi accumuli da stau per i venti da sud/sud ovest.
Tra il tardo pomeriggio e la sera rapido calo della quota neve con nevicate abbondanti fin verso i 1700/1800m circa a partire dalle aree dolomitiche e continuo calo della quota neve tra la sera e la notte fin verso i 1000/1200m circa.
Non escludo in nottata delle fioccate o nevicate fino a quote inferiori ai 900/1000m circa specie nel tarvisiano.
Le temperature saranno in calo nei valori massimi con calo deciso specie in quota nel corso della sereta passando dai 10/11C a 1300/1400m circa ai 0/+1C alle stessa quote!
Soffierà vento forte da sud, sud ovest sulla costa con locali mareggiate; dalla sera/notte il vento, a partire dall'area montuosa giungerà da nord con locali raffiche specie in quota.





Sabato 26: Ancora residua instabilità nelle primissime ore specie su parte della bassa pianura e della costa con tendenza a miglioramento del tempo e attenuazione dei fenomeni nel corso della giornata; sarà possibile a tratti avere ancora della nuvolosità anche piuttosto consistente con dell'instabilità pomeridiana.
Soffierà bora moderata e localmente forte sulla costa specie nelle prime ore del mattino.
Le temperature saranno in calo specie nei valori minimi che scenderanno intorno ai 10C e in diversi casi anche a una cifra quindi inferiori.
Le massime rimarranno generalmente al di sotto dei 19/20C con valori anche più bassi specie laddove prevarrà la nuvolosità.






Tendenza per domenica 27: a oggi, dovrebbe essere una domenica con una certa variabilità, qualche schiarita e annuvolamenti anche consistenti con bassa probabilità di fenomeni, anche se, non escludo su parte della pianura e della costa potrà esserci qualche sporadico rovescio così come su alcune aree alpine.
Farà ancora decisamente fresco per il periodo con temperature al di sotto dei valori tipici del periodo.

 

 
     

PS: Voglio ribadire l'importanza della lettura del testo previsionale (anche e soprattutto quella della "situazione e previsione generale", laddove spiego le varie dinamiche) e il fatto che le indicazioni grafiche siano semplicemente un ausilio che non fa alcun testo nella previsione, vista la loro genericità e il loro valore puramente indicativo, ergo anche dove vedete spesso i simboli della pioggia o del temporale questo non vuol dire che pioverà sempre ma la spiegazione dell'evoluzione meteorologica è assolutamente da ritrovare nel testo delle mie previsioni!






Leggi tutti i commenti

 
Pagina 11 di 15
  1. Kevin 24/06/2020 13:48
    Difatti l'esempio calza a pennello...In questi giorni, non aveva mai fatto caldo, anzi le temperature erano mediamente fresche, ma nonostante questo abbiamo avuto dei fenomeni estremi, senza aver avuto giornate particolarmente calde prima.
  2. Kevin 24/06/2020 13:46
    È vero tonino. Confermo ciò che dici. Ma da qui mi sorge una domanda spontanea. Se nel futuro avremo sempre più caldo, paradossalmente avremo sempre meno fenomeni estremi allora, visto che il clima in passato era ben più fresco di quello attuale. Scusa la domanda un po' contraddittoria ma penso tu mi abbia capito! Mi incuriosisce davvero tanto questa cosa. Ovvio che non hai la sfera di cristallo e nessuno ce l' ha! Però se nel passato che faceva più fresco c'erano più fenomeni estremi, in futuro ne avremo sempre meno. Si é sempre fatto il paragone più caldo più fenomeni estremi, ma probabilmente non é così.
  3. Tonino 24/06/2020 12:18
    Si, ormai processo che dura da decenni, ma andiamoci cauti e non generalizziamo. Dal punto di vista dei fenomeni estremi, specie sulle nostre lande occhio che tutti i dati del '900 mostrano una frequenza notevole di episodi a 3 cifre e non dimentichiamoci che gli episodi alluvionali più intensi in regione risalgono tutti o quasi proprio al secolo o millennio precedente anche nella nostra regione. Negli anni '60 ne abbiamo avuti diversi con accumuli mensili di 400/500mm su diverse aree. Da non dimentica nemmeno gli oltre 400mm caduti in 36 ore a Udine tra il 6 e 7 ottobre del 1998, con accumulo di quasi 300mm in 24 ore, dei quali circa 250mm in sole 4 ore di temporali violentissimi. Insomma potrei star qui a citare accumuli alluvionali o non superiori a 100mm in poche ore sulla nostra regione sia post 2000 che pre. ,-)
  4. Ecmwf 23/06/2020 11:52
    Visti i 38 gradi in Siberia, presto mi sa che ne vedremo delle belle. Clima impazzito, ma i signori potenti di questo mondo continuano a fare finta di niente. Vedere numeri a tre cifre sui pluviometri ormai rientra nella normalità. Siamo diretti verso il non ritorno.
  5. Kevin 22/06/2020 15:08
    L'anno scorso a fine maggio fece circa 60 mm in un ora... E avevo detto che era un evento davvero rilevante... Quest'anno ha superato lo stesso dato dell'anno scorso, nettamente!
  6. Tonino 22/06/2020 12:45
    Ciao Kevin abbiamo avuto nell'ultimo ventennio una serie di nubifragi o eventi comunque notevoli in quell'area, con accumuli localmente fino a 150/200mm in pochissime ore o anche accumuli di 80/100mm in un'ora o poco meno. Comunque sia un evento decisamente molto rilevante.
  7. Kevin 20/06/2020 11:32
    Tonino posso chiederti se l'evento registrato a Tarcento era già accaduto in passato? 80 mm in 40/45 minuti in 20 anni che abito in Friuli non mi sembrava di averlo mai visto...
  8. Tonino 19/06/2020 19:58
    Trieste purtroppo l'ultima area della regione interessata e proprio in serata, mentre i fenomeni si sono ormai attenuati da ore su gran parte della regione. Ho letto purtroppo solo ora. Grazie infinite!
  9. Stefo 19/06/2020 07:01
    Mitico Tonino, dobbiamo fare una grigliata a Scorcola (Trieste) stasera. Quanto rischio c'è di trovarsi sotto un fortunale? Grazie come sempre dell'ottimo servizio che fai. Ce ne vorrebbero di più di Tonini.
  10. Kevin 18/06/2020 21:57
    Anche a Tarcento molti danni ma a Reana anche se ha piovuto meno purtroppo ne ha di più. Reana del Rojale é proprio una conca dove l'acqua si deposita proprio in quell'area!


Pagina 11 di 15

Scrivi cosa ne pensi





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Accetto