Meteo di Tonino


Previsione del 09-08-2022, fascia 00h - 12h
Ultimo aggiornamento del 05/08/2022 ore 10:09


Aggiornamento di venerdì 5 agosto delle ore 09:30

 

Situazione e previsione generale + tendenza a linee generali del tempo per i primi gironi della prossima settimana



L'alta pressione africana continua a portarci ondate di caldo in successione, in pratica un'unica lunghissima ondata di caldo intervallata da poche giornate un po' più normali.

Oggi raggiungeremo i picchi di questa fase con massime che potranno localmente toccare, specie sull'isontino, i 37/38C.

Domani ancora caldissimo specie fino a metà pomeriggio con massime ancora diffusamente intorno o superiori ai 34/35C, poi, tra il pomeriggio e la prima serata, a partire dalla fascia montuosa, si formeranno dei temporali, più diffusi sui monti e sulla fascia pedemontana centro occidentale, temporali localmente molto forti, che comunque interesseranno anche parte della pianura udinese e dell'isontino anche se alcune aree vedranno ottimi accumuli di pioggia in breve tempo, altre meno o verranno lisciate.

Tutto ciò è dovuto all'arrivo di correnti più fresche in quota ed instabili che ci terranno compagnia per alcuni giorni, portando un calo delle temperature, più deciso nelle aree interessate dai fenomeni e con venti da nord, localmente sostenuti.

Voglio però sottolineare che, nei valori medi giornalieri, rimarremo comunque al di sopra della media del periodo, nonostante alcune fasi più fresche proprio perchè le temperature massime, difficilmente scenderanno sotto i 30/32C in pianura ( come detto anche se, dopo i temporali si potrà scendere vicini o intorno ai 20C).

Domenica e lunedì il tempo sarà in parte instabile anche se con pochi fenomeni, al più qualche breve temporale, anche se piuttosto localizzato, specie nella notte tra domenica e lunedì.

La prossima settimana vedrà poi una nuova stabilizzazione del tempo con temperature a tratti gradevoli nei valori minimi, ma sempre comunque alte in quelli massimi, seppur non alte come quelle di questi giorni.

Ci tengo a ribadire il fatto che siamo in presenza di masse d'aria un po' più instabili che possono portare dei temporali anche intensi proprio a causa del gran caldo fatto e dell'energia dunque a disposizione, ma ancora non siamo di fronte a peggioramenti organizzati in grado davvero di dare una spallata a questa stagione, finora pesantissima. 

Dunque si tratta di fenomeni non del tutto "democratici" che favoriscono alcune aree, specie quelle montuose, le quali stanno vivendo anche una buona stagione per quanto riguarda le piogge, molto meno altre che spesso vedono poco o proprio nemmeno una goccia.




Previsioni dettagliate per il FVG






Venerdì 5 agosto: ancora gran caldo con tempo purtroppo stabile e massime fin verso i 36/37C con qual che possibile picco superiore specie sull'isontino.
Qualche annuvolamento sulla fascia alpina tra pomeriggio e sera con qualche isolato rovescio.





Sabato 6: giornata che inizierà con cielo da poco nuvoloso a parzialmente nuvoloso con caldo molto intenso e massime intorno ai 35C con picchi sui 36/37C. Nel corso del pomeriggio tendenza d aumento delle nubi con primi temporali in montagna che poi interesseranno diverse aree della media e alta pianura, localmente accompagnati da forti raffiche di vento o qualche grandinata.
I fenomeni non saranno omogenei e interesseranno maggiormente alcune aree della media/alta pianura udinese e ancor più la fascia pedemontana centro occidentale, altre aree verranno interessate più marginalmente o addirittura non vedranno nulla.
Le temperature, con l'arrivo dei fenomeni scenderanno rapidamente verso valori più gradevoli, specie nelle aree maggiormente interessate.
Soffierà inoltre un vento da nord, nord est a tratti sostenuto, con raffiche, come già detto, nelle aree temporalesche.





Domenica 7: alternanza di schiarite e annuvolamenti anche consistenti con qualche locale scroscio o temporale, più probabile sulla fascia montuosa, e in serata/notte anche su quella pianeggiante.
Le temperature comunque saranno in calo nei valori massimi, ma diffusamente in pianura sopra i 31/32C.
Soffierà un vento da nord est che renderà l'aria più gradevole a tratti, specie al mattino e alla sera.





Tendenza per lunedì 8 e martedì 9: ancora un po' di instabilità lunedì con alternanza di schiarite anche ampie e qualche annuvolamnto con qualche isolato rovescio o breve temporale specie prima dell'alba e poi tra pomeriggio e sera, ma molto localizzato, dunque solo su alcune aree.
Le temperature saranno stazionarie lunedì con massime intorno ai 31/32C, in aumento specie martedì e nei valori massimi, mentre saranno abbastanza gradevoli in quelli minimi notturni, spesso anche intorno ai 15/16C specie fuori dai centri urbani.


 



PS: Voglio ribadire l'importanza della lettura del testo previsionale (anche e soprattutto quella della "situazione e previsione generale", laddove spiego le varie dinamiche) e il fatto che le indicazioni grafiche siano semplicemente un ausilio che non fa alcun testo nella previsione, vista la loro genericità e il loro valore puramente indicativo, ergo anche dove vedete spesso i simboli della pioggia o del temporale questo non vuol dire che pioverà sempre ma la spiegazione dell'evoluzione meteorologica è assolutamente da ritrovare nel testo delle mie previsioni!

 






Leggi tutti i commenti

 
Pagina 11 di 15
  1. Stefano 17/11/2021 12:26
    Ho formulato un po' male l'osservazione e la domanda. Spero tu abbia compreso il tutto. Ciao!
  2. Stefano 17/11/2021 12:25
    Grazie x la risposta. Vero Tonino. Credo che un effetto ben noto del riscaldamento climatico siano le nevicate piuttosto estreme. Ma ti chiederei il perché di questa cosa...cioé é possibile assistere a nevicate molto molto copiose in montagna ma generalmente a quote medio alte? E ripeto, perché?
  3. Tonino 17/11/2021 12:12
    In realtà Stefano i fenomeni estremi vorticosi sono aumentati un po' su tutte le zone, nord compreso anche se nella nostra regione ad esempio quest'anno è stata la grandine di grossa taglia la protagonista comunque con grandezza dei chicchi enorme e danni davvero ingentissimi. PS: sono molti anni oramai che assistiamo agli effetti del cambiamento climatico che include anche nevicate estreme verificatesi in diverse aree montuose anche negli ultimi 3/4 anni.
  4. Stefano 17/11/2021 09:39
    Intanto stavo guardando il tornado appena verificato in Sicilia. Assurdo. Sembra un tornado in stile USA. Si vede un video in cui un camion viene completamente succhiato. Mi sembra che questi eventi col riscaldamento climatico siano aumentati al sud, e forse nella nostra regione no. E anzi, rispetto al passato, forse sono addirittura diminuiti. Speriamo che questa tendenza sia confermata nel tempo. Anche se é strano, considerando appunto il riscaldamento in atto. Ciao!
  5. Tonino 15/11/2021 07:03
    L'inverno scorso la neve non è mancata, un inverno molto nevoso a tutte le quote anche se gli episodi in pianura sono stati piuttosto fugaci o seguiti da classiche sciroccate, ma la neve è stata copiosissima fin verso i 300/400m. Più che dal riscaldamento globale la neve dipende da singole dinamiche che per noi sono importanti e non così frequenti per vederla a quote basse ma non disperare perchè, come detto non è soltanto una questione di temperatura ma di tanti altri fattori. Per ora manca, quella vera, persino in quota, e è normalissimo con questo caldo; auspico comunque un cambiamento di pattern più incisivo tra fine mese e dicembre, qualcosa che ci porti qualche emozione in montagna e chissà potenzialmente anche più in basso! ;-)
  6. Stefano 14/11/2021 14:58
    Ovviamente l'argomento principale dei miei dubbi, é la NEVE. Sperando di vivere in futuro a quelle quote qualche momento meraviglioso sotto i fiocchi, accanto ad un lampione o ad un faro. Tu hai qualche consiglio?
  7. Stefano 14/11/2021 14:56
    Ciao caro Tonino. Sono anni che studio per bene le zone dove poter comprare una baita nelle nostre montagne. Il dubbio permane. Giulie o carniche? Ma soprattutto, a che quota? Considerando il riscaldamento che stiamo vivendo, che continuiamo a vivere e che vivremo nel futuro. Mi sa che dovrò rivedere i miei piani. La baita dovrà essere presa sopra i 1500 m. Mi sa che non ci sono troppe alternative 😢
  8. Tonino 10/11/2021 09:37
    A ora non si vedono cambiamenti sostanziali se non brevi peggioramenti del tempo all'orizzonte con quota neve anche alta per il periodo e tanta alta pressione. Come sempre in giro si dice qualsiasi cosa senza alcun fondamento solo magari per un'emissione modellistica a 300 ore.... solita storia da decenni, la vera meteo è ben altro. ;-)
  9. Sebastian 08/11/2021 19:28
    Sento già parlare che nel lungo termine avremo temperatire bassissime e freddo gelido. Verosimilmente dal 20/23 novembre. Sono tutte balle vero?
  10. Tonino 29/10/2021 18:39
    Ciao Emma, nonostante un graduale aumento dell'umidità non dovrebbero esserci dei problemi li domenica; prima di sera/notte non dovrebbe far nulla, occhio invece a lunedì. Un saluto!


Pagina 11 di 15

Scrivi cosa ne pensi





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Accetto